Pani speciali

Dimentica il pane-spugna e senza sapore, avvolto nella plastica, che ti guarda dallo scaffale del supermercato. In Sardegna, il pane è un rito di passaggio, una cerimonia, un simbolo di ricchezza e fortuna, una religione, un bene sacro, un amuleto e un'opera d'arte, tutto insieme.

Il Pane Carasau è un pane sottile e croccante fatto solo con semola di grano duro sardo, acqua e lievito naturale. Niente di più. Le mogli dei pastori sardi sono sempre state incaricate di amalgamare e modellare l'impasto in dischi sottili e rotondi. Quando il pane comincia a lievitare viene cotto una volta; ogni disco viene quindi diviso in due metà che vengono cotte separatamente. L'arte di cuocere il pane due volte si chiama carasare - da cui la parola carasau – e assicura al Pane Carasau la durata più lunga tra tutti i tipi di pane.

Il Pane Guttiau è molto simile al Pane Carasau, ma è ancora più sottile. Spesso spennellato con un po' di olio d'oliva e cosparso di sale marino, si mangia come spuntino in ogni momento del giorno. Si accompagna in modo magistrale - specie se riscaldato al forno per qualche minuto - con affettati, prosciutto e formaggi.

24 Gennaio 2021
Pane Carasau - Solo Sardo

Pane Carasau

24 Gennaio 2021
Pane Guttiau - Solo Sardo

Pane Guttiau


Contattaci

This site uses profiling cookies, including from third parties, to provide you with services and advertising in line with your preferences. If you close this banner by pressing the 'Accept' button, you accept its use for 1 month. For more information on cookies and the processing of personal data click or tap here

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi